lunedì , 15 ottobre 2018
Breaking News
Home » Approfondimento » Inter – Juventus: la febbre del sabato sera!

Inter – Juventus: la febbre del sabato sera!

Sale l’attesa e la febbre da sabato sera in vista del Derby d’Italia.
Inter – Juventus ha polverizzato, in termini di incasso, il derby di andata di ottobre Inter Milan, che aveva stabilito il record italiano di incasso di 4, 8 milioni di euro.
La partita di sabato sera ha fatto registrare ad oggi ben 5 miliardi di euro di incasso.

La gara di sabato sera al Meazza sarà una partita aperta a qualsiasi risultato, con la Juventus costretta a giocare per vincere. Allegri, dopo la sconfitta patita a Torino contro il Napoli, non potrà fare il calcolatore e quindi mettersi ad attendere l’Inter, ma dovrà giocarsela a viso aperto.
La Juventus è reduce da un solo punto conquistato nelle ultime due partite disputate, in cui la squadra bianconera ha denotato un calo di forma fisica ma soprattutto un netto calo mentale. Il mister dovrà essere abile a ricaricare le pile della compagine bianconera che questa mattina è stata contestata a Vinovo da un gruppetto composto da un centinaio di ultras.
Le motivazioni delle rimostranze passano per  il mancato saluto alla curva a fine partita e i manifestanti hanno anche imitando alla squadra di “tirare fuori gli attributi”. Marchisio prima e Buffon poi una delegazione degli Ultras bianconeri al termine dell’incontro sono ritornati i cori pro squadra.
Acque tutt’altro che tranquille in casa bianconera che  ha ancora il destino nelle proprie mani infatti, vincendo le restanti quattro partite di campionato mancanti, sarebbe campione d’Italia.
In dubbio la presenza di Dybala apparso molto spaesato e fuori forma contro il Napoli, al suo posto potrebbe agire Mandzukic sul lato sinistro, dilettando così a destra Douglas Costa in ballottaggio con Quadrado per una maglia da titolare. Il colombiano ultimamente ha sempre messo in difficoltà la squadra nerazzurra, ovviamente è ancora presto per sapere le formazioni, le indicazioni degli allenamenti nei prossimi giorni daranno un’idea sulle intenzioni di Mister Allegri, e di Mister Spalletti ovviamente. Per la squadra del tecnico di Certaldo il fatto che la Juventus debba giocare con un solo risultato da conseguire, può risultare preziosa ai fini tattici della partita, l’Inter è molto brava ad appoggiarsi all’avversario e ripartire, il fatto che la Juventus debba assolutamente vincere è un vantaggio da non sottovalutare perché l’Inter potrebbe così usare al meglio le proprie caratteristiche di attesa e ripartenza per esaltare i propri giocatori abili nelle ripartenze a campo aperto.  Ovviamente non sarà facile per i  ragazzi venire a capo della Juventus, ma ci sono tutti gli ingredienti per poter fare male ai bianconeri a patto di avere ritmo e intensità necessari per mettere i bianconeri in difficoltà nell’arco di tutta la partita. In questo preciso momento conta molto la condizione atletica e fisica l’Inter, è la squadra di serie A che macina più chilometri in questa particolare classifica, mentre i bianconeri sono all’undicesimo posto in questa classifica. Conterà anche molto la voglia di vincere e la forza mentale; insomma ci sono tutte le prerogative per fare una grandissima partita e portare a casa bottino pieno. Numeri alla mano, il pareggio sarebbe più utile ai nerazzurri rispetto ai bianconeri. Partendo comunque dal presupposto che le partite sono tutte da vincere, realizzando i nerazzurri 10 punti, andrebbero matematicamente in Champions League. Certo bisognerà battere Udinese, Sassuolo e Lazio ma questa è tutta un’altra storia perché prima c’è da battere la Juventus. Il derby d’Italia è alle porte.

La febbre del sabato sera sta salendo,  la temperatura è altissima.
Tutti i partecipanti alla manifestazione hanno ricevuto l’invito ad indossare abiti di colore nerazzurro per colorare dei colori della squadra padrona di casa gli spalti,  nonostante i diecimila tifosi bianconeri presenti Sugli spalti, a proposito gli interisti sono sempre stati corretti con le tifoserie avversarie, dando loro un buon numero di biglietti, invece all’andata per i supporter interisti fu una vera odissea: biglietti acquistati e poi non più validi.
Comunque vada sabato sera sarà un successo di pubblico, un tripudio di colori e un’occasione di far sognare chi seguirà l’anticipo di campionato direttamente dagli anelli del Meazza o da casa o da luoghi preposti alla visione. L’importante è che vinca lo sport e che le prestigiose squadre in campo regalino 90 minuti di sport e spettacolo.

Check Also

Mauro Icardi

Verso Inter-Cagliari, i precedenti: i nerazzurri non vincono dal 2011

Dominio Inter negli scontri diretti contro i sardi. Ma la vittoria in casa manca dal …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.