lunedì , 15 ottobre 2018
Breaking News
Home » Esclusive » Esclusiva Scanziani a ZonaInter.it: “All’Inter mancano i leader, mancano i trascinatori”

Esclusiva Scanziani a ZonaInter.it: “All’Inter mancano i leader, mancano i trascinatori”

Periodo nero in casa Inter. La sconfitta di Genova conferma le difficoltà in casa nerazzurra sia dal punto di vista mentale che fisico. Alessandro Scanziani parla in esclusiva ai nostri microfoni durante la trasmissione Zona Inter su Radio MilanInter.

Crisi– “L’Inter non è la squadra del girone d’andata. Prima andava tutto bene, adesso è l’esattamente l’opposto. Manca il leader, manca il giocatore che dovrebbe trascinare la squadra. Mi vien da pensare a Zanetti, quei giocatori che siano da esempio per il gruppo. L’Inter – prosegue Scanziani- non mi sembra superiore a Lazio e Roma, questa squadra deve fare di più. Di fronte alle difficoltà vengono fuori i valori dei giocatori, non tanto dal punto di vista tecnico quanto i valori dei leader di spogliatoio. Adesso le difficoltà vengono fuori. E’ una squadra fatta “male”, nel senso che 11/12 sono da Inter, gli altri no. Non è pensabile che una rosa così stretta potesse affrontare la stagione con quei risultati”.

Karamoh- “Ha fatto bene contro il Bologna. Dal punto di vista tattico forse è indisciplinato. Essendo un giovane ha margini di miglioramento. A Genova ha fatto meno bene, però è normale che da un giovane ci possa essere un calo di prestazione. Con Mourinho si giocava sempre con la stessa formazione. Si può fare un campionato con una rosa all’altezza, io adesso punterei sui titolari”.

 

Spalletti– “La squadra è bloccata fisicamente in primis, le difficoltà sono arrivati meno i risultati. Adesso c’è anche da tenere in considerazione l’aspetto psicologico. Spalletti potrebbe fare qualcosa in più, però credo che la preparazione siano rimaste invariate. Può cambiare qualcosa dal punto di vista atletico, aumentarlo o diminuirlo in base alla condizione. Può migliorare l’aspetto dell’autostima. Dopo 25 partita li conosce bene e sà come tirare il meglio di ognuno di loro. Bisognerebbe vivere a 360° l’ambiente Inter, se insiste sul sistema di gioco credo che sia perchè dà più garanzie nella sua idea tattica”.

Icardi- “Ormai bisogna essere abituati a questi giochini dialettici di mercato. Se ha voglia di rimanere un giocatore è la cosa migliore, ma queste diatribe ormai fanno parte del calcio. Dipende anche dalla Società, che intenzioni ha con il calciatore. Un giocatore che si allena bene durante la settimana ha voglia di segnare ed uscire dallo stadio con gli applausi”.

 

 

Check Also

Fair Play Finanziario: i conti dei nerazzurri all’esame della Uefa

Saranno settimane molto importanti quelle che vivrà la società nel prossimo futuro. Comincia oggi davanti …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.